Published on Gennaio 13, 2023

Come ci muoveremo nel 2035?

“Il futuro della mobilità urbana sostenibile: come ci muoveremo nel 2035? Non è ovviamente possibile prevedere il futuro nei dettagli, ma il Centro di Technology Foresight del Politecnico di Milano ha provato a delineare i principali trend che potrebbero diventare fondamentali per i prossimi anni.

I veicoli saranno quasi tutti elettrici, le città saranno più intelligenti e la mobilità più smart. L’aumento della mobilità dolce, come biciclette e altre soluzioni di micromobilità, richiede infrastrutture e spazi dedicati all’interno di una struttura urbana rinnovata. Avanza la guida autonoma e si assisterà a un graduale abbandono dell’auto privata a favore dello sharing. La mobilità sarà più inclusiva nei confronti di anziani e disabili, e, in virtù delle possibilità del lavoro da remoto, cambieranno le ragioni per spostarsi e le modalità con le quali sceglieremo di trasferirci da un luogo all’altro.

Le infinite possibilità date dalla digitalizzazione e dalla connettività stanno inducendo a un cambiamento radicale nello stile di vita delle persone. La mobilità del futuro è concepita come una soluzione modellata sulle esigenze quotidiane degli utenti. Questo significa una gestione generalizzata e unificata dei dati provenienti da diverse fonti per fornire il servizio giusto al momento giusto e nel posto giusto. Investire in un livello adeguato di infrastrutture di connettività è importante per diffondere la mobilità on-demand anche in aree lontane dal centro città.

A tal proposito, tutte le municipalità con più di 100 mila abitanti hanno l’obbligo di redigere e approvare il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums) con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita nelle città e nei loro dintorni. Il mondo oggi è in continuo cambiamento, il che richiede paradigmi all’avanguardia per le analisi, sia di breve periodo che di lungo periodo, al fine di designare ottimizzate decisioni.

Nell’era digitale bisogna necessariamente far leva sull’intelligenza artificiale e i big data per poter rivoluzionare il modo di fare pianificazione. Ecco perché moltissime amministrazioni italiane chiedono il supporto di Vem Solutions (società del Gruppo Viasat) che, fornendo soluzioni al servizio delle Smart City, rilegge il sistema di mobilità con una consapevolezza nuova consentendo di organizzare in un quadro innovativo gli investimenti per promuovere la mobilità sostenibile.

Per saperne di più vai alla pagina IoT e Big Data >

Related news

09/01/2023
C’è una nuova forma di governance basata sulla cooperazione tra gli Stati membri e la Commissione, per garantire che l’Unione europea realizzi collettivamente le proprie…
30/12/2022
Mentre il mercato dell’automotive offre segnali contrastanti, in Italia cresce il settore delle auto connesse. In attesa dei dati definitivi di questo 2022 che…
Torna su