Published on Febbraio 22, 2022

I dati per un vantaggio competitivo

Attualmente il 40% delle compagnie assicurative utilizza i dati per accedere a nuovi mercati, il 43% sta inoltre utilizzando i dati in real time per aggiornare i modelli attuariali, mentre circa un terzo si avvale dei dati per simulare nuovi rischi. È quanto emerge da un nuovo report del Capgemini Research Institute, intitolato “The data-powered insurer: Unlocking the data premium at speed and scale”, realizzato coinvolgendo 510 dirigenti di 204 compagnie di assicurazioni.

Secondo lo studio, le compagnie che dispongono di fonti di dati non tradizionali e in tempo reale, come quelli provenienti da dispositivi telematici riusciranno a soddisfare le crescenti aspettative dei clienti in termini di praticità, consulenze personalizzate e tariffe dinamiche, entrando in competizione con le Insurtech già in grado di accedere a insight personalizzati. Oltre il 90% delle compagnie che sono riuscite a ottenere questo tipo di padronanza dei dati ha riportato premi più alti, una migliore combined ratio. Queste società presentano tre differenze fondamentali rispetto alle altre: il 92% dispone di una governance centralizzata o di un organismo facilitatore, il 62% collabora con le Insurtech e il 97% ha creato API (application programming interfaces) aperte che consentono alle terze parti di accedere ai loro dati.

Tra gli altri risultati del report di Capgemini. Il 61% delle maggiori compagnie ha ottenuto un’adozione mainstream oppure vantaggi trasformativi dalle proprie iniziative sui dati, rispetto a solo il 16% di quelle più piccole. Uno dei motivi principali di questa differenza potrebbe essere rappresentato dal fatto che le compagnie più piccole non hanno investito adeguatamente nella modernizzazione tecnologica, trovandosi più spesso ad affrontare sfide legate ai sistemi legacy e all’architettura monolitica. Solo il 18% delle compagnie assicurative possiede capacità tecniche, cultura e pratiche in grado di supportare programmi data-driven che permettano di sfruttare al massimo il crescente volume di dati. Solo il 41% delle compagnie assicurative ha strategie in ambito dati e analytics allineate a quelle generali di business.

I Big Data costituiscono oggi per le aziende una reale possibilità per generare valore perseguendo nuovi modelli di business e ottenendo vantaggi sensibili e competitivi rispetto all’andamento tradizionale. E Vem Solutions è in grado di fornire diverse soluzioni che vanno dalla fornitura di dati grezzi ad analisi più approfondite e strutturate per ogni esigenza di business utilizzando la propria piattaforma tecnologica. 

Per saperne di più >

Related news

18/05/2022
Il Gruppo Helvetia Italia ha perfezionato con Viasat, eccellenza italiana nel campo della telematica satellitare automotive, un accordo quadro per offrire agli assicurati…
Torna su